Mission

L'Apulia Land Art Festival intende costituirsi quale punto di incontro tra arte contemporanea e territorio, promuovendo la creazione artistica in particolari contesti paesaggistici.

Le opere e le pratiche artistiche dell'Apulia Land Art nascono da un rapporto dialogico tra l'arte e il contesto, inteso sia in un'accezione fisica sia come insieme di identità, storie e memorie del territorio. Il Festival intende promuovere l'arte che si pone quale oggetto estetico e strumento di conoscenza del contesto locale di riferimento, con particolare attenzione ai temi della sostenibilità ambientale e all'ecologia. L'attenzione al vivere e consumare in modo sostenibile, oggi sempre più diffuso, emerge con forza anche nel lavoro di numerosi artisti attivi a livello internazionale. E proprio gli artisti sono stati tra i precursori di alcune battaglie green.

A partire dagli anni sessanta, il paesaggio e l'ambiente sono stati posti al centro del proprio lavoro dai land artist, che ne modificavano in maniera temporanea o permanente la configurazione. Oggi, numerose esperienze traggono origine, in vario modo, dalla Land Art sia statunitense sia europea, così come da alcune tendenze sorte successivamente. In particolare, da Art in Nature, movimento teorizzato negli anni ottanta, che ha posto grande attenzione al rispetto dell'ambiente, alle caratteristiche del paesaggio e all'utilizzo di materiali naturali reperiti sul posto, deperibili, confrontandosi inoltre con la storia e le tradizioni locali. Guardando al territorio italiano, sono presenti eccellenti esempi di ricerca che pongono al centro l'arte e il contesto ambientale - dalla rassegna ArteSella in Trentino, al PAV Parco Arte Vivente a Torino - e numerosi esempi di parchi e giardini d'arte e d'artista in cui si fondono arte e paesaggio, attraverso installazioni scultoree e sonore, performance e azioni.

L'arte che l'Apulia Land Art Festival propone è fatta prevalentemente utilizzando materiali ed elementi naturali come rami, sassi, foglie, fango, sabbia, ecc. stabilendo anche un dialogo con le nuove tecnologie, gli strumenti tecnici e i materiali messi a disposizione dal territorio di riferimento e le pratiche artistiche di tipo relazionale. Un modo ecosostenibile di pensare e fare arte, che mira inoltre a valorizzare i contesti naturali e rurali, parchi, boschi e giardini. Va da sé che tra i principi alla base dell'Apulia Land Art Festival sta il presupposto che le opere realizzate siano smontabili e/o deperibili, dunque che restituiscano alla terra i suoi stessi materiali o, in ogni caso, che non lascino traccia nell'ambiente.


Apulia Land Art è certificata da: