Luoghi e date

mappa specchia

La seconda edizione dell'Apulia Land Art Festival si tiene presso il comune di Specchia (LE), venerdì 29, sabato 30 e domenica 31 agosto 2014.

Specchia è un comune di circa cinquemila abitanti situato nell'entroterra del basso Salento, nella zona di confine che separa il mar Ionio dal mare Adriatico. Il borgo si distingue per essere un esempio illustre di luogo in cui la tradizione si coniuga con l’innovazione, un sito ricco di bellezze naturali e culturali e importante centro per l'economia rurale della regione Puglia.

Il borgo di Specchia nel 2012 è stato insignito del premio "Gioiello d'Italia", che ogni anno viene conferito a borghi particolarmente interessanti dal punto di visto architettonico. Tra le sue bellezze spicca il Castello Protonobilissimo Risolo, edificio fortificato risalente al XVI secolo, che ospita la nuova biblioteca comunale e una mediateca per l'area euromediterranea, progetti realizzati con il contributo del Cict – Consiglio internazionale del cinema, della televisione e della comunicazione audiovisiva presso l’Unesco. Di particolare interesse e suggestione sono inoltre i tanti oleifici sotterranei, grotte un tempo utilizzate per produrre olio di oliva, restaurati e recuperati dall'amministrazione comunale insieme ad alcuni reperti di interesse storico e architettonico.

L'Apulia Land Art Festival avrà il suo fulcro in due aree di particolare interesse nel comune di Specchia: il castello Protonobilissimo, dove si terranno eventi quali mostre documentarie, interventi musicali, incontri e convegni, e il Bosco SIC di Cardigliano, dove gli artisti saranno al lavoro nel realizzare la proprio opera. Se il borgo di Specchia si è fatto notare per le sue caratteristiche architettoniche, il territorio denota anche una particolare importanza dal punto di vista naturalistico, per la sua vegetazione autoctona e biodiversità, tanto che gli sono state riconosciute ben quattro aree di interesse comunitario (SIC) su un totale di sedici in tutto il Salento. Tra queste spicca il Bosco SIC di Cardigliano, premiato nel 2013 con il prestigioso premio internazionale "Un bosco per Kyoto", che ne ha riconosciuto l'importanza come fulgido e rigoglioso esempio di macchia mediterranea da preservare e tutelare. Nell'area protetta e nell'area adiacente, tra esemplari di quercia spinosa, corbezzolo, ilatro e alaterno, nonché di numerose specie di orchidee selvatiche, nei tre giorni di Festival il pubblico potrà entrare in relazione con gli artisti, impegnati nella realizzazione del proprio lavoro per l'Apulia Land Art Festival, in un duplice percorso di scoperta del bosco e dell'arte.


Apulia Land Art è certificata da: